• Il primo principio della comunicazione umana stabilisce che: ‘ogni comportamento rappresenta una comunicazione che a sua volta provoca una risposta importante ad un altro comportamento/comunicazione.’

  • Il primo principio della comunicazione umana stabilisce che: ‘ogni comportamento rappresenta una comunicazione che a sua volta provoca una risposta importante ad un altro comportamento/comunicazione.’

  • Il primo principio della comunicazione umana stabilisce che: ‘ogni comportamento rappresenta una comunicazione che a sua volta provoca una risposta importante ad un altro comportamento/comunicazione.’

  • La famiglia rappresenta un sistema che si autoregola e che si gestisce sulla base di regole stabilitesi nel tempo attraverso vari tentativi ed errori.

  • La famiglia rappresenta un sistema che si autoregola e che si gestisce sulla base di regole stabilitesi nel tempo attraverso vari tentativi ed errori.

  • Nella giungla sociale dell’esistenza umana, uno non può sentirsi vivo senza un minimo senso di identità.

    Erik H. Erikson: Identità, gioventù e crisi.

  • Nella giungla sociale dell’esistenza umana, uno non può sentirsi vivo senza un minimo senso di identità.

    Erik H. Erikson: Identità, gioventù e crisi.

  • Con l’espressione ‘ Diventa ciò che sei’, Nietzche ci esorta ad evitare la vita non vissuta. Egli ci dice: realizza te stesso, metti in pratica le tue capacità, vivi con audacia e completezza.

  • Con l’espressione ‘ Diventa ciò che sei’, Nietzche ci esorta ad evitare la vita non vissuta. Egli ci dice: realizza te stesso, metti in pratica le tue capacità, vivi con audacia e completezza.

  • La massima ‘ Ciò che non mi uccide, mi fortifica’, Nietzche la collega all’idea di un albero che, subendo le più violenti tempeste e sprofondando le proprie radici sempre più giù nel terreno, cresce e diventa sempre più forte.

  • La massima ‘ Ciò che non mi uccide, mi fortifica’, Nietzche la collega all’idea di un albero che, subendo le più violenti tempeste e sprofondando le proprie radici sempre più giù nel terreno, cresce e diventa sempre più forte.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
Martedì, 22 Maggio 2018 09:28

Incontro con lo specialista

Written by
Rate this item
(0 votes)

Spesso ci si chiede dove si ferma una sana manifestazione e dove inizia il ‘patologico’. Un criterio fondamentale da considerare è il grado di funzionalità della persona a livello sociale, famigliare nonché nell’ambito lavorativo.

Spesso ci si chiede dove si ferma una sana manifestazione e dove inizia il ‘patologico’. Un criterio fondamentale da considerare è il grado di funzionalità della persona a livello sociale, famigliare nonché nell’ambito lavorativo.

Nell’incontro con il paziente, caratterizzato in primo luogo da una comunicazione prettamente umana, si misura il grado di integrità della personalità del terapeuta.
Per il paziente, la capacità da parte del terapeuta di instaurare un rapporto terapeutico è molto più importante di qualsiasi altra esperienza professionale che possa avere maturato lo specialista nella sua professione.
In questo caso, la fiducia che si è sviluppata è di grande aiuto per continuare e completare la terapia. 

 

 

 

Ogni essere umano è unico e diverso dagli altri, al pari delle sue impronte digitali. 
Anche se una persona presenta lo stesso disturbo di un’altra, secondo quanto stabilito dai vari sistemi di classificazione, il programma terapeutico sarà diverso, dato che è importante considerare tutte le specificità di una persona.

Read 546 times Last modified on Mercoledì, 23 Maggio 2018 13:52

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.